Note Legali

Questo blog è stato creato senza fini commerciali, tutto ciò che viene qui descritto è solamente a titolo informativo e divulgativo, unicamente sotto forma di spazio personale.

Il presente blog non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilita’ dei materiali ivi contenuti. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001.

Licenze

Tutti i contenuti e le informazioni presenti all’interno del blog sono rilasciati (se non diversamente specificato) secondo la licenza Creative Commons (Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo). Questo significa che puoi riprodurre o ridistribuire qualsiasi opera presente in questo blog, anche modificandone alcune parti, a patto che non la usi per ricavarci denaro.

Licenza Creative Commons
Questo sito è pubblicato con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://karategiblog.altervista.org/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti presso: [email protected].

Privacy

L’autore del blog garantisce che il trattamento dei dati che dovessero pervenire via posta elettronica o moduli elettronici di registrazione, è conforme a quanto previsto dalla normativa sulla privacy.

Le foto presenti su Karate-Gi blog sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo – indirizzo e-mail [email protected] e provvederò prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Alla stessa maniera molti degli scritti che sono stati “catturati” ed in cui non era indicato il nome dell’autore, potranno eventualmente essere aggiornati con il nome dell’autore o rimossi del tutto su segnalazione degli aventi diritto. Questo sito internet è un blog personale e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Diritto di citazione

Il diritto di citazione (o diritto di corta citazione) è un diritto dell’individuo che si contrappone al diritto d’autore. Infatti, sebbene ne detenga i diritti morali inalienabili, in un certo numero di circostanze un autore non può opporsi alla pubblicazione di un estratto della propria opera, proprio per non ledere l’altrui diritto di citarla.

Il diritto di citazione assume connotazioni diverse a seconda delle legislazioni nazionali.

L’art. 70, Legge 22 aprile 1941 n. 633 (recante norme sulla Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio) dispone che «il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti d’opera, per scopi di critica, di discussione ed anche di insegnamento, sono liberi nei limiti giustificati da tali finalità e purché non costituiscono concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera».[1]

Con il decreto legislativo n. 68 del 9 aprile 2003 è stata introdotta l’espressione di comunicazione al pubblico, per cui il diritto è esercitabile su ogni mezzo di comunicazione di massa, incluso il web.

Con la nuova formulazione c’è una più netta distinzione tra le ipotesi in cui “il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera” viene effettuata per uso di critica o di discussione” e quando avviene per finalità didattiche o scientifiche: se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l’utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali.

L’orientamento giurisprudenziale formatosi in Italia sul vecchio testo dell’art. 70 è stato in genere di restringerne la portata.[2]

In seguito a successive modifiche legislative, è stata fornita tuttavia una diversa interpretazione della normativa attualmente vigente, in particolare con la risposta ad un’interrogazione parlamentare nella quale il senatore Mauro Bulgarelli chiedeva al Governo di valutare l’opportunità di estendere anche in Italia il concetto del fair use. Il governo ha risposto[3] che non è necessario intervenire legislativamente in quanto già adesso l’articolo 70 della Legge sul diritto d’autore va interpretato alla stregua del fair use statunitense. A parere del Governo il decreto legislativo n. 68 del 9 aprile 2003,[4] ha reso l’articolo 70 della legge sul diritto d’autore sostanzialmente equivalente a quanto previsto dalla sezione 107 del copyright act degli Stati Uniti. Sempre secondo il Governo, sono quindi già applicabili i quattro elementi che caratterizzano il fair use:

  • finalità e caratteristiche dell’uso (natura non commerciale, finalità educative senza fini di lucro);
  • natura dell’opera tutelata;
  • ampiezza ed importanza della parte utilizzata in rapporto all’intera opera tutelata;
  • effetto anche potenzialmente concorrenziale dell’utilizzazione.

Sempre a parere del governo, la normativa italiana in materia del diritto d’autore risulta già conforme non solo a quella degli altri paesi dell’Europa continentale ma anche a quello dei Paesi nei quali vige il copyright anglosassone.

A rafforzare il diritto di corta citazione è nuovamente intervenuto il legislatore, che all’articolo 70 della legge sul diritto d’autore ha aggiunto il controverso[5] comma 1-bis, secondo il quale «è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro […]».[6] La norma, tuttavia, non ha ancora ricevuto attuazione, non essendo stato emanato il previsto decreto ministeriale.

Altre restrizioni alla riproduzione libera vigono nella giurisprudenza italiana, come, per esempio, quelle proprie all’assenza di libertà di panorama.

Note

  1. ^ Jarach-Pojaghi Manuale del diritto d’autore Mursia p. 88
  2. ^ Cassazione I Sez. civ., n. 2089, 7 marzo 1997, relativa tuttavia ad una fattispecie di sfruttamento commerciale.
  3. ^ Camera, Replica governativa all’interrogazione parlamentare a risposta scritta n. 4-01271 del 7 febbraio 2007.
  4. ^ «Attuazione della direttiva 2001/29/CE sull’armonizzazione di taluni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione»
  5. ^ Luca SpinelliAl via le immagini degradatePunto Informatico, 8 febbraio 2008
  6. ^ v. legge 9 gennaio 2008, n. 2, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 25 gennaio 2008, n. 21.

ModLogoKam

Esperienze da condividere a margine del Karate Do

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi