Viaggio tra i più famosi marchi di produttori e distributori di karate-gi: TOKAIDO

Sul sito ufficiale di TOKAIDO Japan trovate scritto in otto lingue (ma non l’italiano) quanto segue:Tokaido 1

“Cinquantuno anni fa, il fondatore della Tokaido, il signor Shizuo Sugiura, iniziò a fare le uniformi per i suoi amici che praticavano il karate. Fino a quel momento, chi praticava l’arte del karate usava uniformi da judo, pigiami, e una varietà di vestiti diversi perché non c’era una uniforme “ufficiale” da indossare.
Il signor Sugiura era un grande appassionato di arti marziali e frequentò numerose manifestazioni, eventi, formali e informali, competizioni. Era interessato ad una grande varietà di arti marziali e diventò sempre più interessato nel karate.
A questo punto, il signor Sugiura, avendo lavorato nel settore dell’abbigliamento vide l’opportunità di combinare la sua passione con il suo lavoro. Egli si chiese perché non sviluppare una uniforme da karate e guadagnarsi da vivere facendolo? Mr. Sugiura ha cominciato a sviluppare e fornire uniformi per gli istruttori della Japan Karate Association. In un primo momento, ci furono molte lamentele e critiche e per fortuna – suggerimenti. Il signor Sugiura spese molto tempo per raffinare le dimensioni, taglio, peso, cucito e per migliorare l’uniforme.
Finalmente, dopo tanto duro lavoro nacque la prima uniforme di karate. L’uniforme si dimostrò subito popolare e molti karateka iniziarono a richiederla. Mr. Sugiura quindi fondò Tokaido, la prima società di uniformi per il karate.
Le modalità con cui vengono realizzate le uniformi Tokaido restano tradizionali. Tutte le nostre uniformi sono tagliate e cucite a mano solo quando vengono ordinate dal cliente. Lo facciamo perché vogliamo avere l’uniforme migliore possibile. Questa operazione potrebbe richiedere un po’ di più per ottenere un uniforme, ma vedrete che questo vale la pena.”

Questo in sintesi è Tokaido, la sua fama è legata fin dai primordi dall’accostamento all’immagine della JKA in espansione in tutto il globo, gli istruttori e maestri giapponesi che dilagavano per i cinque continenti propagandando il karate, avevano sui loro Gi l’etichetta Tokaido che spiccava nelle foto e creava un enorme volano pubblicitario, ovviamente legato solo alla ristretta cerchia degli appassionati di Karate. È innagabile che uno dei punti di forza di Tokaido sia la qualità del tessuto, sia che si tratti di cotone puro al 100% che misto sintetico, la sua consistenza è unica, mantiene una sorta di rigidità, consistenza, anche dopo molti lavaggi, assicurando il migliore “snap” del mondo. Nonostante qualche cambiamento, la qualità è rimasta altissima, tanto che una volta il loro cotone assomigliava molto al “cartone”, perlomeno nelle versioni pesanti, e pareva di vestire una corazza.

Nella mia esperienza personale ho avuto tre Tokaido. Il primo lo acquistai nel 1993 al prezzo di circa 350.000 lire, era una versione pesante che mi procurò il mio maestro di allora. Era una 5° misura che si ritirò spaventosamente dopo pochi lavaggi lasciandomi nello sconforto visti i sacrifici che avevo fatto a quei tempi per potermi permettere la Ferrari dei karategi…(che bello se ci fosse stato un blog come questo..ma a quel tempo a mala pena iniziava a nascere internet) molti anni dopo acquistai un leggero NST Hayate misto sintetico e un TAW Shikon puro cotone di pesantezza media di cui sono molto soddisfatto per la qualità. Ma nonostante tutto, personalmente, preferisco sempre di più Shureido per il taglio e la diversa vestibilità (cioè dimensioni più generose e relativo confort), è comunque come sempre una questione di gusti.

Vi consiglio di navigare sul sito ufficiale giapponese o su quello International europeo gestito dalla DAX-Sports tedesca per farvi un’idea competa delle caratteristiche dei vari modelli in vendita e delle possibilità di personalizzazione (personalizzazione totale sul sito giapponese, parziale su quello europeo). Inserisco qui sotto le foto dei modelli come non le trovate sul sito perché ricavate da un catalogo cartaceo.

Link:           Tokaido Japan       –      Tokaido International (DAX)

ModLogoKam

4 pensieri su “Viaggio tra i più famosi marchi di produttori e distributori di karate-gi: TOKAIDO”

  1. Ciao, io ho un karategi tokaido, che mi è stato regalato per il passaggio a I dan, e devo essere sincera per me è bellissimo e comodissimo. Molto confortevole e di una fattura molto bella. Il mio non si è ritirato per niente nonostante io mi alleni tre volte alla settimana, e nonostante i molti lavaggi è rimasto splendente e si vede la differenza con gli altri karategi da lontano quando siamo tutti in fila per il saluto.

  2. sempre seguendo il tuo blog, ho scelto l’anno scorso di acquistare uno SHUREIDO tkw-11 del quale sono rimasto soddisfattissimo
    Avrei quest’anno piacere di provare un Tokaido ed avrei adocchiato TOKAIDO KATA
    YAKUDO

    Il tokaido è un 12oz ma non so il tkw-11
    ho cercato dappertutto ma non trovo una misura da comparare, forse 12oz è il tk-10?
    il peso del TKW-11 non lo cambierei per nulla al mondo e se dovesse essere minore di 12oz lascerò l’idea di prendere il tokaido
    puoi aiutarmi?

    1. Ciao, spero di poterti aiutare. Il Tokaido Yakudo, chiamato anche TSA con il vecchio codice, è un Heavyweight Kata Uniform, in pratica devi aspettarti un qualcosa di sensibilmente più pesante e rigido del tkw-11 che, nonostante Shureido non lo dica è di fatto un 10oz. Lo Yakudo è più simile al TK-10 di Shureido per quanto riguarda il peso (avevi ragione). Un peso simile al tkw-11 potrebbe essere lo Shikon (TAW) Medium Weight All Around, ma nonostante sia di peso simile è molto più rigido. Io ne ho provati tanti, ultimamente anche il Sovereign di Kamikaze, leggero e rigido quanto basta, ma non traspira bene sulla pelle come fa il tkw-11. Personalmente mi sono fermato al tkw-11 e non ne vedo di migliori al momento (anche per quanto riguarda il prezzo). Ho sentito parlare molto bene dei NEW WAVE di Shureido e mi piacerebbe provarli, ma costano troppo…

Rispondi